1926, Remington standard 12

 Questa Remington 12 rebuilt necessitava di un lavoro impegnativo!

In seguito probabilmente ad una caduta accidentale della macchina da scrivere, il telaio in ghisa del gruppo carrello era rotto in tre parti, proprio in corrispondenza della guida di scorrimento. Pertanto la saldatura era se possibile da evitare perchè una conseguente deformazione della guida avrebbe potuto causare un pessimo scorrimento  del carrello. Così reperita una 12 normale ad uso ricambi, ho rimosso il carrello (che è compatibile) e tutti gli elementi connessi in modo da averlo nudo, verniciato e poi rimontato con gli elementi classici della versione "rebuilt".

Il corpo macchina è stato smontato per essere pulito con bagno ad ultrasuoni in quanto i leveraggi si presentavano piuttosto ossidati. La tastiera è stato necessario pulirla tasto per tasto con panno e sgrassatore per riportarla al suo antico splendore. Spazzolatura-lucidatura delle parti cromate a vista, successiva stesura di vernice trasparente per prevenirne la ri-ossidazione. Cilindratura al tornio del rullo di gomma e dei rullini premicarta.

Qualche ritocco di vernice qua e la, ed eccola in tutto il suo splendore: una delle più belle e scenografiche macchine americane degli anni '20.